Demisessualità: sai cos’è?

demisessualità

Ti è mai capitato di sentire il termine demisessualità? No tranquillo non è un tipo di perversione o stranezza erotica, ma si tratta di un vero e proprio orientamento sessuale riconosciuto. In verità è anche piuttosto comune solo che probabilmente non conosce il termine specifico che indica quel particolare tipo di comportamento. Bene in questo articolo ti spiegheremo cos’è e come riconoscerla in un possibile partner.

Cominciamo dunque con la definizione di demisessualità: una persona si può definire demisessuale quando ha bisogno di instaurare un rapporto mentale e sentimentale profondo con il partner prima di poter provare una reale attrazione sessuale nei suoi confronti. Questo orientamento sessuale è comune sia negli uomini che nelle donne e si basa sulla ricerca di un legame prima di tutto mentale piuttosto che sul bisogno concreto di un contatto fisico.

Sono moltissime le persone che vivono la sessualità in questo modo e che spesso vengono fraintese. La demisessualità infatti può essere scambiata a volte per disinteresse, penalizzando enormemente coloro vorrebbero invece arrivare velocemente al sodo, tanto da costringerli a male interpretare le esigenze del demisessuale.

Se è capitato anche a te di incontrare persone con questo orientamento sessuale, ci piacerebbe sentire la tua esperienza così da aiutare gli altri lettori a capire come agire e come porsi nei confronti di chi privilegia il sentimento e l’intesa mentale rispetto all’atto fisico in sé. Se invece non hai mai avuto esperienze simili, sappi che è bene non perdere le speranze se una persona non sembra interessata a te fisicamente, se ti ella ti dimostra interesse nell’approfondire la conoscenza è probabile che sia solo demisessuale ed il resto arriverà col tempo.