Il punto L, ecco dove trovarlo e come stimolarlo

punto L

Sapevate che anche gli uomini hanno una zona erogena molto sensibile che se ben stimolata può garantire loro un orgasmo da sogno? Si chiama punto L e come per il punto G femminile è in grado di regalare enormi soddisfazioni sia a chi subisce il massaggio ma anche a chi lo procura. Vediamo insieme come farlo correttamente per dare piacere al vostro lui.

Far raggiungere il culmine del piacere al proprio partner attraverso la stimolazione del punto L è più facile di quanto si possa pensare, basta sapere dove e come esercitare le pressioni del massaggio. Molti non sanno che con questo tipo di sollecitazione è addirittura possibile far venire un uomo anche senza la masturbazione diretta. Interessante no? Ma vediamo concretamente quello che gli esperti consigliano di fare.

Esistono 2 metodi molto efficaci per stimolare il punto L: esternamente basterà sollecitare con una leggera pressione di dita o lingua la zona perinale, cioè quella sessione di tessuto che si trova fra l’ano e i testicoli. Unita alla masturbazione classica, questo tipo di sollecitazione farà godere il vostro lui in maniera intensa e prolungata.

Il secondo metodo invece si effettua internamente, inserendo un dito nell’ano, ben lubrificato, e facendo una leggera pressione sulla prostata. La ghiandola è facilmente riconoscibile e si trova a ¾ cm verso il ventre. Con questo metodo si può anche saltare la masturbazione classica, poiché se la prostata è abbastanza piena, l’eiaculazione avverrà comunque.

Il massaggio prostatico è utile anche per allenare la resistenza nei rapporti sessuali, oltre a garantire una percezione maggiore del piacere. Si tratta in definitiva di un ottimo esercizio che ogni uomo dovrebbe fare per migliorare le proprie prestazioni a letto, e di un gioco intrigante da fare col partner.